Bollettino Meteo

PREVISIONI METEO DEL 29 SETTEMBRE: NUVOLE E PRECIPITAZIONI AL CONFINE COL LAZIO, POSSIBILE GARBINO E CALDO SUL VERSANTE COSTIERO

La vasta area depressionaria sull’Europa Centrale continua a controllare il meteo anche sul Mediterraneo Occidentale, favorendo condizioni generalmente instabili e l’arrivo di fronti perturbati in rapida sequenza. In Italia, le regioni maggiormente interessate dalle precipitazioni sono quelle del centro-nord e quelle tirreniche. L’Abruzzo sarà relativamente al riparo grazie alla presenza delle catene montuose, che raccoglieranno la maggior parte delle precipitazioni.

Giovedì 29 settembre. Oggi il cielo sulla nostra regione sarà prevalentemente nuvoloso sulle aree interne, mentre sarà più variabile sul versante costiero. Precipitazioni di lieve entità, in corso dalla notte, interesseranno le aree interne, soprattutto i maggiori rilievi, per gran parte del periodo, sconfinando sporadicamente sul versante adriatico. Considerata la direzione dei venti di libeccio vicino al suolo, si può ipotizzare l’effetto favonio durante il valico dell’appennino da parte delle masse d’aria, con conseguente presenza di vento caldo e a raffiche sulla fascia costiera. Le temperature saranno in lieve aumento rispetto a ieri, con massime intorno ai 18-19°C sulle aree interne e superiori ai 20°C sul versante costiero, dove però il favonio potrebbe far aumentare le temperature anche di 5-6°C.

Venerdì 30 settembre. Nella notte tra giovedì e venerdì si prevede un intesificarsi dei fenomeni, che potrebbero assumere carattere temporalesco, interessando principalmente i maggiori rilievi che si affacciano verso il Tirreno. Durante la giornata, ci sarà un alternarsi di schiarite e riprese delle precipitazioni sulle aree interne, mentre sul versante costiero non dovrebbero verificarsi precipitazioni significative. Le temperature saranno in lieve calo rispetto al giorno precedente. La ventilazione sarà in aumento rispetto ai giorni precedenti, con raffiche anche forti soprattutto in alta montagna e sul litorale. In serata, i fenomeni andranno gradualmente ad esaurirsi.

Sabato 1 ottobre. Dopodomani si profila un primo giorno di maggiore stabilità, per effetto della rimonta dell’anticiclone delle Azzorre sul Mediterraneo, che dovrebbe persistere anche per i giorni successivi. Nelle prime ore del mattino, potrà esserci foschia o nebbia, soprattutto nelle valli montane, per effetto dell’umidità depositata nei giorni precedenti e l’atteso aumento delle inversioni termiche notturne dovute a un cielo più sereno. La giornata sarà caratterizzata da cielo sparsamente nuvoloso e temperature in ripresa, soprattutto nell’entroterra.